mercoledì 6 marzo 2013

Salvatore Settis Presidente della Repubblica

CATERPILLAR CANDIDA SALVATORE SETTIS AL QUIRINALE: IN POCHE ORE ARRIVANO 2500 ENDORSMENT DAGLI ASCOLTATORI E DAL MONDO DELLA CULTURA

“Il paesaggio, l’ambiente, il patrimonio culturale sono come il sole e come le stelle. Richiedono competenze tecniche ma anche un’idea di Italia, un’idea declinata al futuro”.


Con queste parole, Salvatore Settis ha spiegato perché cultura, bellezza e paesaggio sono tra i principi fondamentali della Costituzione: un gancio raccolto da Caterpillar, il programma di Rai Radio2 che ha proposto la candidatura di Settis al Quirinale.

Storico dell’arte e paladino della difesa del paesaggio, ex rettore dell’Università Normale di Pisa e del Getty Research di Los Angeles, Settis presiede il Consiglio Scientifico del Louvre ed è considerato tra i più influenti intellettuali europei.

La sua candidatura al Colle è già stata sposata dal rettore dell’Università di Pisa Massimo Mauro Augello, da oltre 3000 ascoltatori (che in poche ore hanno lasciato i loro endorsement sulla pagina Facebook del programma) e che sta facendo proseliti anche nella società civile e nel mondo della cultura: primi comitati spontanei per “#SettisPresidente” sono nati al Politecnico di Milano e all’Università di Napoli, tra associazioni ambientaliste e tra gli ex studenti del professore calabrese. 

“In un momento di stallo della politica bisogna volare alto” raccontano Massimo Cirri, Paolo Maggioni e Sara Zambotti, conduttori di Caterpillar “la ricetta di Settis verso il futuro ci sembra molto più concreta che provocatoria. Difesa della Costituzione, stop alla cementificazione, investimenti sulla ricerca, rilancio della scuola pubblica e della partecipazione popolare, la bellezza come fonte di rinascita culturale ed economica sono le basi per una nuova stagione. Salvatore Settis è la persona giusta per ispirare, dal Quirinale, l’inizio di questo gioioso processo di rinascita.”

Settis Presidente della Repubblica: l’unico cemento che ci piace tra istituzione e società civile.

Nessun commento:

Posta un commento