mercoledì 8 febbraio 2012

Seconda segnalazione


Il sottoscritto Comitato cittadino per la difesa del territorio e del paesaggio è con la presente ad inoltrare la seguente
SEGNALAZIONE
affinché si provveda a eseguire gli adempimenti previsti dalla legge:
in data 30/1/2012) lungo il corso del Canale dei molini di Idice, a valle del tratto tombato che interseca via Maceri, scorre liquame biancastro, da lacune segnalazioni di residenti pare che il liquame sia presente già da alcuni giorni.

Il canale, che originariamente era stato realizzato per alimentare alcuni mulini del Comune di San Lazzaro, attualmente svolge principalmente la funzione di raccolta delle acque piovane di alcune frazioni del comune ed in particolare quello della zona artigianale della località “La Cicogna”, queste acque vengono recapitate dal collettore fognario nei pressi del civico 10 della via Castiglia.

Mappa riepilogativa con indicazione dei punti di ripresa.

Come si può evincere dalle fotografie (riprese nei punti indicati nella mappa) è ben evidente il liquame rilevato a valle della via Maceri (foto 1, 2, 3).



















Non è invece presente a monte del tratto tombato (foto 5), dove il letto del canale si presenta completamente asciutto.
Come indicato precedentemente, immediatamente a valle dell’inizio del tratto tombato, nei pressi dell’ex mulino posto al civico 10 di via Castiglia, recapita il collettore delle acque bianche (realizzato in massima parte lungo il corso dell’ex rio Remigio) dell’area artigianale della Cicogna (foto 7).













                                                                     Punto dal quale comincia a scorrere il liquame Foto 6













Si chiede di approfondire se si tratta di periodici eventi imponderabili o se, eventualmente, possa esserci una concreta responsabilità, legata alla inadeguatezza strutturale dell'impianto, verificando se tutto si sta svolgendo secondo le normative vigenti, dandone risposta scritta a questo Comitato.

Nessun commento:

Posta un commento