venerdì 20 gennaio 2012

Settimana rinnovabile


Settimana Rinnovabile

12-16 marzo 2012


Il Comitato Cittadino per la Difesa del Territorio e del Paesaggio nel suo statuto promuove attività formative e divulgative su clima, territorio, energie alternative, edilizia ecologica, economia alternativa.
Con la Settimana Rinnovabile che si svolgerà nel nostro Comune di San Lazzaro di Savena dal 12 al 16 Marzo 2012 ci si pone l'obiettivo di divulgare le buone pratiche energetiche a partire da una maggiore informazione scientifica su territorio, clima ed energia.
La Settimana Rinnovabile si svolgerà nelle sale della Mediateca di San Lazzaro, luogo scelto per la sua importanza culturale e cuore delle iniziative a carattere divulgativo e formativo del Comune.


Lunedì 12 Marzo

Visione del Film “Terramacchina”, seguirà un dibattito alla presenza del regista Daniele Di Domenico e del dottor Ciro Gardi
 
Il film-documentario nasce da un progetto di ricerca del CIREA – Centro italiano di Ricerca ed Educazione Ambientale – Dipartimento di Scienze Ambientali dell'Università degli Studi di Parma – e da una riflessione a più voci sul concetto di sostenibilità nel settore agroalimentare. Attraverso immagini e testimonianze vengono portati all'attenzione dello spettatore esempi di utilizzo del territorio e delle sue risorse, per promuovere una cultura della responsabilità nella loro gestione.”

Il regista Daniele Di Domenico, aiuto regista nel film-documentario “Il suolo minacciato” del 2009, di questo film cura anche il soggetto e la fotografia.

Ciro Gardi lavora attualmente presso il Centro Comune di Ricerca della Commissione Europea ad Ispra, dove si occupa di ricerca e supporto alle politiche comunitarie relativamente ai temi legati al suolo. In precedenza ha lavorato presso il Dipartimento di Scienze Ambientali, dove è stato Professore a contratto di Geopedologia. Laureato in Scienze Agrarie e dottore di Ricerca in Culture Erbacee presso l'Università di Bologna, ha conseguito successivamente la laurea in Sistemi Informativi Territoriali presso lo IUAV di Venezia. Svolge attività di ricerca sui temi relativi all'agricoltura sostenibile e alla conservazione del suolo, e nell'ambito di tali settori è stato Consulente ed Esperto indipendente per Commissione Europea, Banca Mondiale, OECD e per alcune ONG italiane.
Ha pubblicato oltre cinquanta articoli scientifici su riviste nazionali ed internazionali e centinaia di articoli divulgativi.


Martedì 13 Marzo 
 
Luca Lombroso illustrerà i cambiamenti climatici in atto che si stanno rilevando sempre più gravi e conclamati. Sono diversi mesi che non piove, un inverno fino ad ora assolutamente mite sta provocando gravi danni all'agricoltura. Cosa ci possiamo aspettare nel prossimo futuro? Come possiamo noi semplici cittadini cambiare le cose?

Luca Lombroso è personaggio televisivo, conferenziere e divulgatore ambientale. All'Università di Modena e Reggio Emilia gestisce l'osservatorio Geofisico e il Museo astronomico e geofisico. Si occupa di tempo, clima, ambiente ed energia. Ospite dal 2003 al 2007 di “Che tempo che fa” di Fabio Fazio, è spesso ospite su TV e Radio. Ha scritto quattro libri, tra cui L'Osservatorio di Modena: 180 anni di misure meteoclimatiche (2008) e Dipende da te. 101 cose da fare per salvare il pianeta e vivere meglio (2011).


Venerdì 16 marzo

Il giornalista Enrico Casarini incontra Nicola Armaroli e Vincenzo Balzani, autori di “Energia per l'astronave Terra”, Zanichelli 2011(2).

Il volume è un libro di grande successo sul tema dell'energia, vincitore del Premio Galileo per la divulgazione scientifica. L'edizione 2011 si presenta in una versione interamente aggiornata e con due nuovi capitoli dedicati alla situazione italiana. Dopo il disastro di Fukushima e il referendum di Giugno 2011, questa nuova edizione spiega perché sia stata una decisione saggia evitare la trappola del “ritorno al nucleare”. Sfatando miti diffusi e fornendo informazioni puntuali, mostra anche come sia infondato lo scetticismo di molti ascoltati opinionisti sul presente e sul futuro delle energie rinnovabili.

Enrico Casarini, bolognese, ha lavorato nelle redazioni dei settimanali “l'Europeo” e “Visto” e dei mensili “Max”, “Carnet” e “CondéNast Traveller”. Ha collaborato e collabora con periodici di diffusione nazionale come “Amica”, “Oggi”, “Io Donna”, “Sette”, “A” e “Nuovo”.
Ha inoltre collaborato con le case editrici Zanichelli e Touring club Editore per diversi progetti editoriali.
Autore del libro Insieme Mina Battisti. 1972: il duetto a Teatro 10 e la fine del sogno italiano (2009), precedentemente ha firmato con Gianluca Lo Vetro Dolce Milano. Una guida alla città (1993), con Gabriele Ronchetti la guida Bologna (Touring Editore 2008 – collana Guide Gialle) ed è tra i curatori della guida Milano (Touring Editore 2011 – collana Guide Verdi).

Nicola Armaroli, dirigente di ricerca del CNR, Consiglio nazionale delle ricerche, studia nuovi materiali per la conversione dell'energia solare e lo sviluppo delle nuove tecnologie di illuminazione. Coordina progetti internazionali e si dedica alla divulgazione della scienza sui temi dell'energia e delle risorse.

Vincenzo Balzani, professore emerito di Chimica all'Università di Bologna, è Grande Ufficiale della Repubblica per meriti scientifici e Accademico dei Lincei. I suoi studi riguardano la fotosintesi artificiale e l'ideazione di dispositivi e macchine molecolari. Alla ricerca scientifica affianca un'intensa attività di divulgazione sul rapporto fra scienza, società e pace, con particolare riferimento ai temi dell'energia.


Nelle serate di Mercoledì 14 e Giovedì 15 marzo il Comitato ospiterà, dietro appuntamento, visite guidate alla Casa-Eco della famiglia Bolognini: un esempio concreto di risparmio energetico, una casa ad alta efficienza energetica che anche durante le gelide notti invernali (e per un periodo anche con il tetto in ristrutturazione) mantiene costanti 20 gradi solo con il calore prodotto da quattro radiatori, uno per piano, collocati nei bagni di casa.

Nessun commento:

Posta un commento